Home News Il Circolo Acli di Palese presenta InDispARTE

    Il Circolo Acli di Palese presenta InDispARTE

    4171

    indisparte_Palese

    “Se il mondo fosse chiaro, l’arte non esisterebbe”, affermava Albert Camus.  A questo principio si sono ispirati i fautori di Acli Arte e Spettacolo, le Associazioni cristiane dei lavoratori italiani che dal 1944 contribuiscono a tessere i legami della società, favorendo forme di partecipazione e di Democrazia. Attraverso una rete diffusa su tutto il territorio nazionale e organizzata in circoli, servizi, imprese e progetti, le Acli si inseriscono in tessuti sociali vivaci e culturalmente attivi come quello del 5° Municipio di Bari-Palese.

    Proprio nella Sala Consiliare del 5° Municipio, martedì 24 novembre si è tenuta la manifestazione “InDispArte”, il primo contest nato su iniziativa delle Acli italiane per riflettere sulle disuguaglianze tra i cittadini, causate da povertà, emarginazione, disoccupazione, disabilità ecc., tra difficoltà e speranze. Storie, sguardi, sogni  ma anche delusioni, raccontate attraverso  la creatività di ognuno di noi. Il progetto “InDispArte”, finanziato con i fondi del 5×1000 del 2012, abbraccia diversi campi artistici, dalla poesia al racconto breve, dalla musica ai video fino alla fotografia.

    Gli elaborati sono stati esposti e presentati durante la manifestazione che si è svolta nell’accogliente cornice dell’aula dell’ex 1° Circoscrizione.Il senso profondo dell’iniziativa “InDispArte” è racchiuso nell’apparente gioco di parole che vede da una parte le diseguaglianze e dell’altra l’arte, o come ha affermato il Presidente del 5°Municipio di Bari Giovanni Moretti: “utilizzare l’arte per chi è in disparte”. Non un’utopia dunque, ma una sfida concreta che crede nel valore dell’arte tout court come strumento per raccontare la realtà e non rimanere indifferenti di fronte alla povertà economica e morale che affligge i nostri tempi. Tematiche, peraltro, care anche a Papa Francesco il quale ha dedicato la sua Enciclica “Laudato Si’” al tema dell’ecologia, che è innanzitutto “ecologia del cuore” prima che “ecologia dell’ambiente”. Tematiche attualissime, sulle quali tutti siamo invitati a riflettere. Un momento di incontro, dunque, quello che si è svolto a Palese in cui autorità, rappresentanze locali e cittadini si sono confrontati su come riscoprire la dignità e la solidarietà partendo dal proprio territorio. Alla manifestazione, moderata da Giuliana Sollitto, hanno preso parte oltre al Presidente Moretti,  Nico Di Pinto Presidente Provinciale Acli, Antonio Di Pinto Vice Presidente nazionale Acli Arte e Spettacolo, Padre Ottavio Raimondo frate Comboniano e infine Vito Micunco che si occupa del Banco delle Opere di Carità di Bari. Quest’ultima, in particolare, è un’associazione che si occupa  della raccolta delle eccedenze alimentari, dei prodotti igienico-sanitari e dei farmaci da banco e che vengono successivamente ridistribuiti verso gli Enti di assistenza, di aiuto ai poveri e agli emarginati.A intervallare e accompagnare i vari interventi e le declamazione delle poesie che hanno partecipato al concorso “InDispArte”- lette da Sonia Salatto e Anna Piscopo- è stato l’accompagnamento musicale del un giovanissimo e talentuoso Fabio Bredice. L’iniziativa è stata promossa dal circolo Acli Don Tonino bello che ha sede in Via Gino Priolo, nel cuore di Palese e che offre il suo contributo al territorio grazie all’impegno del presidente del circolo, Carlo Sollitto, e a Luca Ventrelli e Francesco Miani.